Nuovo appuntamento del BAND HISTORY TOUR in diretta dal Joy’s Pub di Bari, programma televisivo in onda su POPTV! Oggi ospitiamo il cantautore barese Alfredo Colella. Voce Carlo Chicco, Marco Protano.

Alfredo Colella è un cantautore e attore barese, leader della band U’ Papun con cui ha realizzato due album, “Fiori Innocenti “nel 2011 e “Cabron!” nel 2012, in veste di autore dei testi e compositore delle musiche.
La sua espressione artistica è molto legata al teatro canzone, di cui Giorgio Gaber e Sandro Luporini ne sono i fondatori.
Seguendo questa strada , negli anni, ha sviluppato doti interpretative e recitative che gli hanno permesso di valorizzare la propria scrittura e potenziare la proprie capacità vocali, proiettandolo verso uno stile personalissimo e donandogli una forza espressiva che ha conquistato spettatori di tutte le età.
Con la band U’ Papun ,da dieci anni, anima i palchi del sud Italia con uno spettacolo che mescola rock, canzone d’autore, teatro, satira e poesia, partecipando a festival e manifestazioni importanti, ricevendo diversi riconoscimenti dalle riviste più importanti del settore e guadagnandosi la stima di diversi artisti della scena nazionale tra cui Piero Pelù, che pubblicò uno dei loro brani sulla sua pagina facebook, e Donatella Rettore che invitò i propri fans ad ascoltare la loro versione del suo celebre brano “Lamette”.
Tra le collaborazioni più importanti è degna di nota quella con il rapper Caparezza nel brano “L’appapparenza”, contenuta nel primo album della band. Il singolo ha spopolato sul web e tra i fans più accaniti del rapper, superando le 300.000 visualizzazioni su Youtube.
Gli U’ Papun, da sempre impegnati nel sociale, hanno realizzato le musiche per il documentario “Vivere alla grande”, del regista barese Fabio Leli, affrontando lo scomodo e delicato tema del gioco d’azzardo in Italia. Il film ha ricevuto diversi riconoscimenti al livello nazionale e vanta la partecipazione ai più prestigiosi festival di cinema tra cui la 68^ edizione del Festival del Film di Locarno.
La band raggiunge l’apice della propria espressività realizzando il recital “Far finta di essere…Gaber” in cui rielaborano brani e monologhi estrapolati dagli spettacoli di Giorgio Gaber, proseguendo l’ originale percorso di ricerca musicale e teatrale divenuto ormai loro marchio di fabbrica. La prima di questo recital, tanto atteso dai fans della band, si aggiudica il sold-out al Teatro Kismet di Bari.
Oltre alla band U’Papun è anche leader e anima del trio I Marketti con i quali propone un repertorio di classici della canzone d’autore italiana riletti in chiave jazz-latin-folk, all’interno di uno spettacolo cabarettistico che strizza l’occhio al demenziale.
Negli ultimi anni Alfredo Colella è entrato a stretto contatto con l’insegnamento e lo studio approfondito della recitazione. Dal 2012 realizza, in collaborazione con l’associazione musicale Nino Rota, il workshop “Start Today – La fabbrica della canzone d’autore” , un percorso teorico/pratico di composizione e arrangiamento musicale aperto a ragazzi dai 13 ai 17 anni. Nato come un esperimento, il workshop nel corso degli anni ha attirato a se l’interesse di molti giovani studenti di musica facendo crescere il numero dei partecipanti.
Sempre nel campo dell’insegnamento, nel 2015, tiene due lezioni sulla scrittura delle canzoni presso l’Ateneo di Bari, raccontando la propria esperienza e insegnando le proprie tecniche agli studenti.
Nel campo della recitazione ha preso parte ai laboratori teatrali “Once upon a time” e “Lacomunitàcheviene” del regista e attore Roberto Corradino, lavorando con lui anche nello spettacolo per bambini “Locco e l’orco”, tratto da un’ opera dell’autore napoletano Giambattista Basile e prodotto dal Teatro Abeliano. Nel 2016 ha cominciato ad esplorare il mondo del doppiaggio, con professionisti del settore, frequentando la scuola “Voice Art Dubbing”, all’interno delle “Officine degli esordi” a Bari. Sempre nel 2016 ha tenuto una lezione sulla canzone d’autore presso l’Ateneo di Bari e un workshop di scrittura, interpretazione e performance live presso il MAST, per i ragazzi del contest Rec’n’Play.