Ho solo 5 minuti, forse meno, ma vorrei chiederle tutto.. .provo a fare del mio meglio! Nella splendida cornice dell’Eremo Club, tra il sole ed il mare, ascolto le prove di Nada e subito mi colpisce la potenza della sua voce, come se non fosse passato il tempo, la musica dei A Toys è ruvida, spesso obliqua ma si mescola perfettamente con la nuova produzione dell’artista e con i suoi classici intramontabili, sarà un concerto bellissimo!

La musa della musica indipendente italiana è la protagonista dell’ultimo Giovedì Friendly di luglio all’Eremo Club di Molfetta. NADA MALANIMA, per tutti semplicemente Nada, dal 1969, anno di esordio con Ma che freddo fa al festival di Sanremo, la cantautrice livornese ha attraversato epoche e generi senza perdere un briciolo della sua energia e vitalità artistica, accompagnata da una band dalla storia solida e prestigiosa come A Toys Orchestra 

Insieme rimescoleranno le carte dell’ultimo, apprezzatissimo album dell’artista “L’amore devi seguirlo” (pubblicato da Santeria/Audioglobe),  in cui Nada ha deciso di voler rispettare la visione più naturale possibile delle canzoni che ha scritto, una visione minimale, dove anche i piccoli elementi diventano fondamentali. Il disco parte tutto da una pre/produzione casalinga registrata su Garage Band di un portatile.

Questa manciata di canzoni sono dunque vestite di stracci semplici ma montati come un patchwork che li rende piccole opere d’arte, di un artigianato che ha regole classiche ma che guarda al futuro, che è capace di far convivere la distrazione e l’impegno, di scovare la leggerezza nella profondità dell’essere. Frasette cantate all’orecchio o a squarciagola trasformate in una fisarmonica. O in un sintetizzatore. Andamenti di chitarra suonati con il pollice, voci registrate su musicassette a quattro piste.

Una grande attenzione a non allontanarsi da quel mondo, capace grazie ad una nuda intimità di trasmettere sensazioni vere. Il suono generale di questo disco ha quindi il compito di essere solo una sensazione, che accompagna in punta di piedi la protagonista assoluta che in questo caso è la voce unica di Nada, e che in questo modo riesce ad andare sempre oltre le parole.

Nada è una cantautrice appassionata capace di passare dalla musica al teatro alla scrittura mantenendo una  solida credibilità, agli occhi di un pubblico molto trasversale. Da anni macina chilometri e cavalca palchi passando da un club rock ad un festival, collaborando negli anni con artisti del calibro di Piero Ciampi, Dario Fo, Adriano Celentano e tanti altri.

Il tour al fianco degli A Toys Orchestra arriva dopo le partnership con altre formazioni di punta dell’indie rock italiano come Zen Circus e Criminal Jokers. Dopo “L’amore devi seguirlo”, uscito lo scorso anno, ad aprile 2017 è uscito il nuovo disco del Nada Trio La Posa”, nato dalla collaborazione con Fausto Mesolella (scomparso il 30 marzo scorso) e Ferruccio Spinetti, rispettivamente chitarrista e contrabbassista degli Avion Travel, che oltre ai brani di Nada e all’inedito La Posa contiene un omaggio a Piero Ciampi con Sul porto di Livorno e a Gianmaria Testa con Dentro la tasca di un qualunque mattino, un brano tratto dal film L’angelo azzurro con Marlene Dietrich, Falling in love again, e un canto popolare salentino, Malachianta.

Inoltre, di recente Paolo Sorrentino ha inserito una sua canzone, Senza un perché (contenuta nell’album “Tutto l’amore che mi manca” del 2004) in un episodio della sua serie tv “The Young Pope”.

nada.jpg

Annunci