Un ennesima morte improvvisa di un grande artista. Crhsi Cornell, una delle voce più importanti del rock, dai Temple of the Dog, i Soundgarden passando per il side project Audioslave fino alla sua carriera da solista. Impossibile aspettarsi un decesso dopo un incredibile concerto, tenutosi a Detroit, dove non c’era stato nessun cenno di affaticamento o altro. Un tweet poco prima della sua morte (20,06 a Detroit, in Italia le 2,06), nessuno se lo aspettava. Ne ha dato notizia il suo agente Brian Bumbery, parlando con l’agenzia americana Associated Press. Cornell, o meglio Christopher Boyle, aveva 52 anni. La famiglia è sotto shock e  i motivi della morte improvvisa dell’artista sono stati conosciuti per un pò, Poi è arrivata la notizia che Chris Cornell è morto per suicidio, si è impiccato nella sua camera d’albergo.

Poche ore prima del decesso Cornell era sul palco con i suoi  Soundgarden al Fox Theater di Detroit. La sua band storica con cui era ritornato nel 2010, un gruppo di assoluto riferimento della scena grunge, una band che ha segnato la storia della musica, non solo americana. Avrebbero dovuto suonare domani sera al Mapfre Stadium di Columbus in Ohio per il festival al  “Rock On The Range”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un altro grande artista ci ha lasciato. Buon viaggio Chris.